Sei qui: Home Servizi Demografici Certificati Certificati

Certificati

PDF  Stampa  E-mail 

Certificati Anagrafe - Stato Civile

A seguito dell'entrata in vigore dell'art. 15 della legge di stabilità 2012 (Legge  183/2011), che ha modificato l'art. 40 del D.P.R. 445/2000 (T.U. Documentazione amministrativa) dal  1’ gennaio 2012 agli Uffici Comunali è vietato rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni, nonché ai gestori di pubblico servizio (art. 40, D.P.R. 445/2000).

Le Pubbliche Amministrazioni ed i gestori di pubblici servizi, sono infatti obbligati ad operare esclusivamente con le auto dichiarazioni prodotte dai cittadini.

Gli Uffici Comunali dello stato civile e di anagrafe potranno quindi rilasciare i certificati soltanto ad uso privato, per i quali è previsto il pagamento dell'imposta di bollo e diritti di segreteria (attualmente euro 16,00 + 0,52 per ciascun documento).

Il nuovo testo dell'art. 40 del D.P.R. 445/2000, stabilisce, altresì, che sui certificati rilasciati, relativi a stati, qualità personali e fatti, sia apposta la seguente dicitura: "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai gestori di pubblici servizi".

La mancata apposizione di detta dicitura comporta la nullità del certificato.

Il rilascio di certificazione di stato civile (nascita, matrimonio, morte) ad uso privato è gratuito per l'applicazione dell'esenzione dall'imposta di bollo ex art. 7 della legge n. 405/90. Inoltre, permangono le esenzioni di cui alla tabella "B" del D.P.R. 642 DEL 26/10/1972, ovvero:

1) Certificati da produrre agli uffici giudiziari (non soggetti al DPR 445/2000): adozione, divorzio, separazione, processo penale, ecc.;

2) Certificati da produrre a privati per i quali era, e continua ad essere, prevista l'esenzione dal bollo ai sensi della predetta tabella "B": Onlus, Associazioni sportive affiliate al Coni, datori di lavoro, certificati per borse di studio, certificati uso successione per notai o istituti di credito.

Per quanto concerne la durata della validità dei certificati si ricorda che i certificati rilasciati dalle pubbliche amministrazioni attestanti stati, qualità e fatti non soggetti a modificazione (ad es. nascita, decesso) hanno validità illimitata, mentre le restanti certificazioni hanno validità di sei mesi dalla data del rilascio, fatti salvi i casi in cui disposizioni di legge prevedano altra scadenza.

Si ricorda comunque che il cittadino può rilasciare le autocertificazioni anche quando abbia a che fare con "istituzioni private": banche, assicurazioni, agenzie d'affari, notai, ecc. (art. 2, D.P.R. 445).

L'autocertificazione ha lo stesso valore dei certificati (art. 46, D.P.R. 445/2000), è gratuita e non comporta l'autenticazione della firma.

I modelli per le dichiarazioni sostitutive di certificazioni possono essere richiesti allo sportello dell'ufficio Anagrafe e Stato Civile e/o scaricati direttamente dall'interessato alla sezione servizi demografici - autocertificazione, raggiungibile direttamente dal seguente link

 

 

Certificati Anagrafici e di Stato Civile

I certificati anagrafici e di stato civile possono essere richiesti da chiunque, anche se intestati ad altre persone.

Certificato contestuale
: è il certificato che contiene le informazioni di residenza, cittadinanza, stato civile, esistenza in vita e di nascita. Costa Euro 0.26 in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge) oppure Euro 0,52 oltre alla marca da bollo da euro 16,00.

Certificato di cittadinanza: è il certificato che attesta la cittadinanza dell’intestatario. Costa Euro 0.26 in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge)  oppure Euro 0,52 oltre alla marca da bollo da euro 16,00.

Certificato di esistenza in vita: è il certificato che attesta l’esistenza in vita. Costa Euro 0.26 in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge) oppure Euro 0,52 oltre alla marca da bollo da euro 16,00.

Certificato di residenza: è il certificato che attesta la residenza dell’intestatario. Costa Euro 0.26 in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge) oppure Euro 0,52 oltre alla marca da bollo da euro 16,00.

Certificato di stato libero: è il certificato che attesta lo stato civile libero dell’intestatario (celibato/nubilato, vedovanza, libertà di stato a seguito di divorzio). Costa Euro 0.26 in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge) oppure Euro 0,52 oltre alla marca da bollo da euro 16,00 .

Certificato di stato di famiglia: è il certificato che attesta la composizione della famiglia anagrafica dell’intestatario. Costa Euro 0.26 in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge) oppure Euro 0,52 oltre alla marca da bollo da euro 16,00.

Certificato ed estratto di nascita: il certificato di nascita attesta l'evento della nascita dell’intestatario (nome, cognome, data e luogo di nascita); l'estratto di nascita indica anche l'ora di nascita e può contenere eventuali annotazioni (matrimoni, divorzi, decesso, eventuali aggiornamenti di cittadinanza).

Certificato ed estratto di matrimonio: il certificato di matrimonio attesta l'evento del matrimonio (nomi e cognomi degli sposi, data e luogo del matrimonio); l'estratto di matrimonio può contenere anche eventuali annotazioni (regime patrimoniale del matrimonio, divorzio, annullamento).

Certificato ed estratto di decesso: il certificato di decesso attesta l'evento del decesso dell’intestatario (nome, cognome, data e luogo di decesso); l'estratto di decesso indica anche l'ora di decesso e può contenere eventuali annotazioni.

Certificazioni anagrafiche storiche

La certificazione storica attesta le situazioni anagrafiche pregresse. Per richiedere certificati storici occorre dichiarare un interesse tutelato dall’ordinamento giuridico.

Certificato storico di residenza: attesta le variazioni di residenza dell’intestatario a partire dalla prima iscrizione anagrafica a Camparada.

Certificato storico di stato di famiglia: attesta le variazioni della composizione del nucleo famigliare a partire da una determinata data.

Certificati di tipo elettorale

Certificato di godimento dei diritti politici: è il certificato che attesta la capacità elettorale del richiedente, cioè la sua qualità di elettore. Tale capacità è attribuita a tutti i cittadini che abbiano compiuto la maggiore età e che non si trovino nelle seguenti condizioni:
a) essere sottoposti a misure di sicurezza detentive, a misure di prevenzione o a libertà vigilata;
b) avere subìto l'interdizione dai pubblici uffici.
Costa Euro 0.26 in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge) oppure Euro 0,52 oltre alla marca da bollo da euro 16,00.

Certificato di iscrizione nelle liste elettorali: è il certificato che attesta l' iscrizione del richiedente nelle liste elettorali del comune di residenza. E’ necessario per presentare la propria candidatura in qualsiasi consultazione elettorale, sia politica che amministrativa. Per uso “candidatura” è gratuito. Costa Euro 0.26 in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge) oppure Euro 0,52 oltre alla marca da bollo da euro 16,00.

 

 

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

This website uses own cookies and from third party. If you want to know more or opt out of all or some cookies click here.